Una polizza satellitare per il settore agricolo.
È la novità che arriva da Protezione Foraggio-Sat, soluzione presentata da Crédit Agricole Assicurazioni che sfrutta le moderne tecnologie di monitoraggio satellitare per valutare la produzione di foraggio in Italia e coprire eventuali perdite.

Protezione Foraggio-Sat scaturisce dalla volontà di colmare un deficit rilevante di copertura in questo settore: ad oggi, infatti, solo l’8,7% delle aziende agricole italiane dispone di una protezione assicurativa, risultando pertanto sotto-assicurato”, ha commentato in una nota Marco Di Guida, amministratore delegato della compagnia.

Al termine del periodo di osservazione, basata su tecnologie sviluppate in collaborazione con Airbus, la soluzione sarà in grado di calcolare l’eventuale perdita di produzione e di attivare una modalità di indennizzo semplificata che prevede un risarcimento in forma automatica, senza bisogno di perizie o richieste da parte del cliente.
La metodologia della soluzione ricalca il dispositivo presente in Assurance de Prairies, prodotto sviluppato e distribuito dalla compagnia danni Pacifica del gruppo Crédit Agricole. E si distingue dalle altre polizze parametriche perché non utilizza stazioni di rilevazione meteorologiche a terra e parametri climatici, ma monitora l’effettiva crescita delle colture attraverso la tecnologia satellitare e la indicizza a un valore standard rispetto al quale verrà calcolato l’indennizzo in caso di perdita di resa. “Il lancio di un prodotto così innovativo nel mercato italiano – ha chiosato Di Guida – rappresenta certamente una sfida importante, per la compagnia ed il gruppo bancario Crédit Agricole Italia, che hanno creduto ed investito in questo progetto”.