Erv, la compagnia di assicurazioni che ha inventato le polizze viaggi nel 1907 e da allora ne ha scritto la storia, ha modificato il suo brand.
Dal 7 maggio, lo storico marchio lascia il posto ad un logo rosso fiammante che accompagna la nuova denominazione Ergo Assicurazione Viaggi.

In realtà siamo sempre gli stessi – ci rivela Daniela Panetta, direttore commerciale – Ergo è il nostro azionista di riferimento dal 2009 e questa operazione di “rebranding” nasce dalla volontà di potenziare l’immagine globale del marchio”. 

Ergo è una delle compagnie di assicurazioni leader in Europa e nel mondo, con sedi in 30 Paesi e una raccolta premi complessiva di 19 miliardi di euro nel 2018: oltre al ramo Viaggi e Mobilità, opera nei settori Danni, Salute e Vita e fa parte di Munich Re, tra i principali riassicuratori sul mercato. “Per gli Assicurati e i nostri Partner commerciali non cambia nulla – spiega Panetta – a cominciare dall’affidabilità e dalla qualità dei nostri prodotti, come Assistenza e Spese Mediche o Annullamento PLUS, in assoluto i più venduti in agenzia”.

Le novità 

ERGO Assicurazione Viaggi presenterà a breve la nuova release della polizza RC Professionale, che si candida ad essere una delle più complete sul mercato, perfettamente in linea con la nuova Direttiva Pacchetti e molto competitiva dal punto di vista economico. In secondo luogo, è già disponibile una copertura contro il fallimento dei fornitori dei servizi turistici che compongono il pacchetto, come hotel e vettori: “E’ una garanzia inedita in Italia – aggiunge Panetta – gli operatori possono inserirla nelle polizze collettive stipulate con noi, ottemperando all’obbligo di riprotezione prescritto dalla legge. In generale, ERGO ha intenzione di rafforzare la propria presenza in Italia e questo significa che ci aspetta un periodo ricco di novità. Abbiamo ad esempio già introdotto il nuovo call center, per fornire un servizio maggiormente efficiente e con un arco temporale più ampio ai nostri Partner agenzie di viaggi e Tour Operator. Entro l’anno abbiamo in programma anche la revisione di alcune polizze Trade e il potenziamento di nuove aree commerciali”.