Chiara Ceriolo, Head of Legal & Complieance CHUBB, espone diversi aspetti positivi riguardo al GDPR del 25 maggio: trattare dati e analizzarli, specialmente per aziende come i broker, è un attività strategica che crea valore e quindi potenziale profitto.
Fornire ai clienti dei prodotti adeguati, mirati e su misura (tramite trattamento ed analisi dei dati) è l’obiettivo principale: Il legislatore infatti non impone misure di sicurezza eccessive, ma adeguate. Allo scopo di creare valore e tutelare i diritti degli interessati.