Direct Line ha comunicato al proprio personale di aver programmato un maxi taglio da 800 posti di lavoro in tutto il Regno Unito, pari a oltre il 7% delle circa 11.000 persone che lavorano per la compagnia del telefono rosso.

Nella sede centrale di Bromley, Direct Line prevede che circa 1000 dipendenti passeranno a una forma di lavoro flessibile e solo un numero limitato di ruoli dovrebbero essere tagliati. L’elevata competitività e la digitalizzazione del mercato richiede di ridurre i costi e va inteso in questo senso anche la chiusura di uno dei siti web della compagnia prevista per il 2022.

Un portavoce di Direct Line ha dichiarato alla stampa inglese:“Come molte aziende, dobbiamo prepararci ai cambiamenti nel modo in cui operiamo, adattando il nostro business ai cambiamenti dei comportamenti di acquisto dei clienti sempre più propensi a interagire con noi in modalità digitale. Dobbiamo quindi apportare tutta una serie di cambiamenti che purtroppo significano anche la perdite del posto di lavoro per alcune persone. Lavoreremo a stretto contatto con gli organi di rappresentanza dei dipendenti per assicurarci che le persone vengano supportate al meglio lungo il percorso di uscita e per aiutarle a trovare una nuova occupazione”.