Smart working, videochiamate, e-shopping, telemedicina, didattica a distanza, vita sociale virtuale: nei mesi più duri dell’emergenza sanitaria il digitale ha contribuito a salvaguardare gli aspetti più importanti delle nostre vite, dalla salute al lavoro sino alle relazioni, trasformando improvvisamente la nostra quotidianità. Difficile ora tornare indietro. Ma come sarà la “normalità” del futuro? Come possono le aziende “costruire” prodotti e servizi in linea con i nuovi bisogni dei consumatori? La nuova edizione di Open-F@b Call4Ideas, il contest internazionale promosso da BNP Paribas Cardif, tra le prime dieci compagnie assicurative in Italia, in collaborazione con InsuranceUp.it, ruota proprio attorno al tema del “Next Normal”. Obiettivo? Raccogliere idee e soluzioni che possano contribuire alla costruzione di un nuovo modello di sviluppo del business assicurativo in grado di adattarsi alle sfide di questo tempo.

Fino al 30 settembre start-up, scale-up, giovani studenti e imprese innovative potranno presentare i loro progetti sul tema Next Normal declinato in diversi ambiti, tra cui health, digital life, welfare,home, mobility, security, savings, e sfidarsi alla ricerca di nuove opportunità e soluzioni ad alto potenziale innovativo per far fronte alle esigenze di una società diversa, sempre più orientata verso il digitale e la sostenibilità. I tre vincitori, selezionati durante l’evento finale che si terrà a fine novembre, saranno affiancati dal team R&D di BNP Paribas Cardif nello sviluppo e nella concretizzazione dell’idea, tenendo in considerazione le esigenze del mercato e della Compagnia.

Le nostre abitudini sono mutate per sempre e il concetto stesso di “normale” si è evoluto in qualcosa di nuovo e di, certamente, molto diverso. Dai dati sulla diffusione della spesa online, cresciuta del 19,8% nelle prime settimane del lockdown, a quelli del mercato italiano online della tecnologia, cresciuto del 116% nella sola prima settimana di maggio, fino a quelli sull’utilizzo degli strumenti digitali per informarsi, intrattenersi e comunicare, cresciuti del 25%: sembra che il nuovo trend digitale del Bel Paese sia decisamente cambiato rispetto a solo poco tempo fa. Una tendenza che si conferma anche nell’utilizzo dei social e della comunicazione virtuale, a cui i Baby Boomers hanno dedicato molto più tempo rispetto a prima del Covid-19 (+16%), contro il +14% della Generazione X, al +9% dei Millennials e al +3% della Generazione Z. Siamo, quindi, davanti a una rivoluzione digitale che riguarda tutti e che potrebbe finalmente portare a un sensibile miglioramento del dato Eurostat del 2019 secondo cui, in Italia, solo il 42% dei cittadini aveva competenze digitali di base o superiori, ben al di sotto della media dei paesi membri dell’Unione Europea (58%) e di paesi come Germania (70%) e Francia (57%).

Il nostro è un paese ricco di idee e talento, che può e deve fare di più per incrementare la digitalizzazione, ma fino a oggi abbiamo sempre ragionato dando per scontato il dualismo tra vita fisica e vita virtuale, tra reale e digitale. – ha dichiarato Andrea Veltri, Deputy CEO Digital Transformation di BNP Paribas Cardif. “L’era del Covid-19 ci ha insegnato, invece, a utilizzare la tecnologia per quello che è: uno strumento al servizio delle persone, il cui unico obiettivo è semplificare la nostra vita in ogni ambito, che sia medico, economico, sociale, scolastico o altro. Questa edizione di Open-F@b Call4Ideas, il cui tema ci affascina particolarmente, vuole premiare in questa fase di transizione gli innovatori in grado di anticipare il cambiamento verso nuove pratiche e stili di vita. Saranno loro i compagni di viaggio che tracceranno insieme a noi il sentiero della futura normalità”.

Le proposte di partecipazione dovranno essere inviate entro il 30 settembre 2020.