Lokky, startup e primo broker assicurativo digitale italiano focalizzato su micro-imprese, professionisti e freelance, ha chiuso un Round di investimento con una raccolta complessiva di circa 1 milione di Euro e l’ingresso di una cordata di investitori privati strategici. Tra le finalità dell’operazione, accelerare la crescita in Italia, potenziare la piattaforma e innovare l’offerta prodotti per essere sempre più vicini alle esigenze dei clienti.

Questa operazione rappresenta il secondo Round di investimento per la startup, operativa dal 2019, fondata da Paolo Tanfoglio, CEO di Lokky e da Sauro Mostarda, Executive Director e fa salire Lokky a quota 1,6 milioni di Euro raccolti.

“Siamo i primi, in Italia, a posizionarci come partner assicurativo digitale rivolto a micro imprese, professionisti e freelance. Come spesso accade, Lokky è nata da un’esigenza di mercato che abbiamo vissuto personalmente, soprattutto per la mancanza di soluzioni studiate ad hoc sui veri bisogni del professionista o dell’imprenditore; abbiamo, così, individuato i punti di frizione della customer journey, resa inefficiente, soprattutto dalla scarsa digitalizzazione e targetizzazione dei servizi offerti e, dopo aver individuato un segmento di mercato non presidiato, abbiamo iniziato a costruire lanostra offerta” dichiara Paolo Tanfoglio, CEO di Lokky.

Lokky risolve queste inefficienze accompagnando il cliente in tutte le fasi della “filiera”: l’azienda è stata, infatti, la prima ad introdurre sul mercato un’esperienza totalmente digitale e real time per la clientela business. Il cliente accede ad una proposta altamente personalizzata, visualizza il suo preventivo, effettua il pagamento e firma la polizza direttamente sulla piattaforma in pochi minuti.

“Questo funding ci permetterà di accelerare ulteriormente questo processo e l’espansione sul mercato italiano, già intrapresa a inizio 2020. Avere, tra i nostri soci, investitori autorevoli e qualificati conferma la validità della nostra strategia rivolta a rivoluzionare un settore ancora molto tradizionale e frammentato come quello del brokeraggio assicurativo per le piccole realtà imprenditoriali, che sono la spina dorsale del sistema economico italiano. Il Round ci permetterà di supportare le attività di marketing volte ad ampliare la user base, implementare nuovi strumenti e soluzioni personalizzate grazie all’utilizzo di intelligenza artificiale e big data e consolidare il nostro posizionamento anche attraverso partnership con player non finanziari” continua Paolo Tanfoglio, CEO di Lokky.

L’offerta di Lokky copre le esigenze assicurative di più di 200 tipologie di microimprese, professionisti e freelance, con coperture per la responsabilità civile, la responsabilità professionale, la tutela legale, gli infortuni, incendio, furto e ad altri danni. L’algoritmo proprietario – sviluppato dai data scientists di Lokky e già testato su più di 40.000 clienti reali – ha reso completamente digitale ed automatizzato il processo di consulenza assicurativa attraverso una profilazione avanzata del cliente e la personalizzazione real time del prodotto.

Lokky è nata per essere sempre più vicina al cliente e la sua piattaforma è nativamente pronta per essere integrata da partner esterni, sia digitali che fisici. Di recente si è aggiudicata il premio come Miglior Prodotto Digitale per il mercato Corporate alla prima edizione dell’Italian Insurtech Summit, organizzato dall’Italian Insurtech Association. Lokky, è stata inoltre selezionata come partner per il nuovo Vittoria hub, spazio fisico di incubazione per l’InsurTech e l’open innovation, inaugurato da Vittoria Assicurazioni. I riconoscimenti per il suo carattere altamente innovativo sono arrivati anche da istituzioni europee, è stata inclusa infatti nella prestigiosa DIA TOP 100 Insurtech del 2019 e selezionata al Finovate 2020.