Nobis Assicurazioni è lieta di annunciare la sigla dell’accordo preliminare per l’acquisizione del portafoglio assicurativo rami danni di Darag Italia, la compagnia nata nel 2016 dall’acquisizione di Ergo Assicurazioni e rafforzatasi nel 2019 con l’incorporazione del portafoglio rami danni della filiale italiana di DONAU Versicherung AG.

Oggetto della transazione sono circa 52 Milioni di euro di premi, costituiti per il 68% da polizze Auto (Rc Auto e CVT) e per il 32% da polizze Rami Elementari offerte al pubblico attraverso una rete di 132 agenzie distribuite sull’intero territorio nazionale.

L’operazione prevede inoltre il trasferimento in Nobis di parte dell’attuale personale Darag impegnato nelle aree assuntiva, tecnica e commerciale relative al portafoglio stesso.

Il perfezionamento dell’acquisizione è condizionato all’ottenimento dell’autorizzazione da parte dell’IVASS, l’Istituto di Vigilanza delle Compagnie di Assicurazioni.

Giorgio Introvigne, Amministratore Delegato di Nobis Assicurazioni commenta così il deal: “Questa operazione è un’ulteriore testimonianza del nostro orientamento verso una crescita sostenibile e orientata alla costituzione di valore per tutti gli stakeholder. Una strategia di crescita che può essere sia organica sia, come in questo caso, per linee esterne, tuttavia con un approccio strettamente industriale e un focus sulla redditività. Con il portafoglio di Darag Italia andremo a completare ulteriormente la nostra offerta sia dal punto di vista dell’ampiezza della gamma prodotti, sia sotto l’aspetto della distribuzione geografica.”

Nata a Torino nel 2008 da un progetto innovativo maturato nel settore automotive, Nobis Assicurazioni, compagnia presieduta da Alberto Di Tanno e partecipata anche da Andrea Agnelli tramite il Fondo Lamse, ha acquisito nel 2016 Filo diretto Assicurazioni completando e strutturando la sua offerta nei rami danni. L’annessione di Apulia Previdenza nel 2019 ha invece segnato l’ingresso del Gruppo Nobis nel Ramo Vita. Nel primo semestre 2020 Nobis Assicurazioni ha registrato un miglioramento del Solvency Ratio (che si è attestato al 208,15% contro il 156,45% del 30 giugno 2019) e un incremento del patrimonio netto del 33% (72,26 milioni di euro rispetto ai 54,19 milioni dello stesso periodo 2019). A livello consolidato, il Gruppo Nobis ha chiuso il semestre con una raccolta premi complessiva di 113,3 milioni di euro, un indice di solvibilità pari al 194,58% e un patrimonio netto di 100,28 milioni di euro.