La raccolta lorda Vita e Danni al 30 Settembre 2020 di Poste Italiane,  è stata condizionata dalle limitazioni alla circolazione delle persone e alla parziale chiusura degli uffici postali dei mesi di marzo e aprile a seguito dell’emergenza sanitaria Covid-19.

La raccolta lorda del business Vita ammonta a 12,2 miliardi di euro in diminuzione del 10,8% rispetto al corrispondente periodo del 2019, con un mix di prodotti che si è mantenuto stabile rispetto ai primi nove mesi del 2019 con i prodotti Multiramo che hanno contribuito con il 34% e le polizze rivalutabili con il 66% della raccolta lorda Vita complessiva.

Nel III trimestre la raccolta lorda ha beneficiato dell’allentamento delle limitazioni alla circolazione delle persone, registrando premi per 4,6 miliardi di euro, superiori di 0,9 miliardi di euro rispetto allo stesso trimestre del 2019.

I premi lordi contabilizzati del business Danni ammontano a 185 milioni di euro, sostanzialmente in linea rispetto all’analogo periodo del 2019 (-0,7%), con una minor raccolta della linea Protezione Pagamenti (-42,8%, -16 milioni di euro) compensata dalla maggior raccolta sui comparti Welfare (+25,2%, +13 milioni di euro) e su Protezione Beni (+2,8%)

La raccolta netta del business Vita, si attesta a 3,6 miliardi di euro e si mantiene positiva su tutti i portafogli di Gestione Separata e Fondi interni.
Il tasso di riscatto rilevato nei primi 9 mesi del 2020 è pari al 2,6%, in diminuzione rispetto al 2019 (pari al 2,9%) anche per effetto delle limitazioni alla circolazione e alla chiusura parziale degli uffici postali a seguito del lockdown.