Generali France e il Gruppo Apicil, tramite il suo fondo dedicato Insurtech Capital, hanno acquisito una partecipazione in Iznes, piattaforma paneuropea per l’acquisto e la vendita di Uci (organismi di investimento collettivo) utilizzando la tecnologia blockchain. Con questa operazione, Generali France e Apicil diventano rispettivamente il primo assicuratore e il primo gruppo di protezione sociale a prendere una partecipazione nella fintech nata nel 2017. Attraverso la partecipazione delle due società, Iznes mira ad accelerare il proprio sviluppo in Francia, Lussemburgo e Irlanda.

Per Generali, leader in Francia nel mercato del risparmio per conto terzi, questa partnership strategica rafforza la propria leadership nel mercato delle assicurazioni sulla vita ad architettura aperta e conferma la volontà di investire in strutture innovative, al fine di partecipare al loro sviluppo.

Per il gruppo Apicil, questo investimento consente di sviluppare una partnership strategica e finanziaria, in coerenza con la propria strategia di innovazione. Il suo fondo dedicato Insurtech Capital è infatti destinato a investire in Fintech, WealthTech e Insurtech all’inizio del loro sviluppo.

Generali e il Gruppo Apicil desiderano anche diventare utenti della piattaforma Iznes nei prossimi mesi, al fine di ottimizzare l’elaborazione e il costo delle loro transazioni unit-linked.

L’utilizzo della tecnologia blockchain di IZNES, senza ricorrere a intermediari bancari, facilita l’accesso ai fondi, riduce i costi di transazione e fornisce un livello ottimale di sicurezza per investitori istituzionali e società di gestione.

Dal suo lancio operativo a marzo 2019, questa soluzione integrata all’interno dell’ecosistema di Asset Servicers ha riscosso un grande successo e Iznes ha già reso possibile elaborare oltre 15 miliardi di euro di transazioni alla fine di dicembre 2020.