Il Consiglio di Amministrazione di Poste Italiane S.p.A., presieduto da Maria Bianca Farina, ha approvato i risultati preliminari consolidati relativi all’esercizio 2020, redatti in conformità ai principi contabili internazionali (IAS/IFRS).

L’Utile netto 2020 è stato di euro 1,2 mld (-10,2% vs 2019). Il dividendo sarà pari a euro 0,486 (+5% vs 2019). Solvency II ratio del Gruppo Poste Vita pari al 279%.

I Ricavi da servizi assicurativi sono pari a euro 1,6 mld, in calo dell’1.6% rispetto al 2019, con una raccolta netta positiva favorita dal successo dell’offerta multiramo.

Nel segmento Servizi Assicurativi: nel Vita continua la crescita dei prodotti multi-ramo, che rispondono ai bisogni in evoluzione della clientela e che sono contraddistinti da una struttura “capital light”. Nel settore Protezione l’offerta modulare è cresciuta in maniera costante, confermando il suo ruolo chiave nel rafforzare l’offerta commerciale di Gruppo nel settore P&C. I ricavi del Ramo Danni sono diminuiti a causa di una minore distribuzione di polizze per la protezione del credito (Credit Protection Insurance), mitigata dalle maggiori vendite di prodotti di welfare e healthcare.

Matteo Del Fante, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Poste Italiane, ha dichiarato: “Durante questo anno difficile abbiamo beneficiato appieno del nostro modello di business diversificato e rafforzato ulteriormente la fiducia dei nostri clienti, grazie al lavoro e alla dedizione dei nostri dipendenti. Abbiamo prestato supporto continuo alle nostre comunità, distribuendo vaccini e dispositivi di protezione individuale, garantendo ai nostri clienti nuovi modi per eseguire in sicurezza le loro transazioni quotidiane sfruttando la nostra piattaforma IT all’avanguardia per fornire nuovi servizi.
Abbiamo ottenuto ottimi risultati, perseguendo le nostre priorità strategiche. Abbiamo semplificato il business retail e abbracciato il passaggio al digitale, in modo da poter servire i nostri clienti nel modo in cui vogliono essere serviti. 
Siamo pronti ad affrontare il futuro, facendo leva sui punti di forza del nostro business e supportati dalla nostra visione strategica – che si è già dimostrata capace di anticipare i principali trend.”