A Italy Protection Forum (14-16 aprile) è intervenuto Angelo Doni, co-direttore generale di ANIA, sulla sostenibilità fra governance, reporting e business.

…è necessario che la sostenibilità, nella sua più ampia accezione che comprende aspetti sociali, ambientali e di governance, deve essere inglobata in tutti i processi aziendali, dalla corporate governance al reporting, dalle politiche di investimento fino alle politiche di underwriting, seguendo quindi un approccio olistico. Ania, in questo ambito, sta rafforzando il proprio intervento di sostegno di compagnie in tutte queste 4 direttrici…

…È importante la definizione di standard di sostenibilità, che copre non solo tematiche ambientali, ma anche sociali e di governance e che permettono di cogliere le specificità del settore assicurativo, tenendo conto del principio della doppia materialità e della proporzionalità e in particolar modo Ania sostiene Europa e i lavori che sta portando avanti tramite il proprio organismo tecnico, l’EFRAG (European Financial Reporting Advisory Group)…

...necessità di creare una partnership tra pubblico e privato che permetta di affrontare adeguatamente i rischi climatici e catastrofali. Ania ha colto con favore la nuova europea che dà alle compagnie assicurative un ruolo di mitigazione degli effetti delle catastrofi naturali.

Il settore assicurativo può e sta già svolgendo un ruolo centrale per la transizione sostenibile, nella sua duplice veste di investitore e fornitore di coperture assicurative, Ania opera al fianco delle compagnie per fornire loro supporto e soprattutto per far sì che si realizzino tutte le necessarie situazioni di confronto, anche a livello normativo, sia a livello italiano che europeo…

guarda qui l’intervento integrale…