PLTV riporta l’intervento del prof. Marco Giorgino, direttore Osservatorio FinTech – Politecnico di Milano, durante il talk show organizzato da Helvetia durante Italy Protection Forum, lo scorso 16 aprile.

Grazie a Helvetia per avermi invitato a questo evento cosi interessante: mi viene chiesto di rappresentare quali sono gli scenari della bancassurance anche alla luce dell’accelerazione dei processi di digitalizzazione.

Faccio un passo indietro: prima del Covid, vi era una crescita del mondo bancassurance; una necessità da parte dei clienti di coperture e forme di protezione e la necessità di assistere la clientela rispetto alle proprie necessità di investimento.

Tre elementi che erano presenti anche prima del Covid.

Durante il Covid, il potenziale del bancassurance rimane assolutamente confermato, con una forte necessità dei clienti di domanda di protezione, assistenza e consulenza nella gestione dei propri risparmi.

Da un punto di vista di business, è una situazione che lascia spazio, con un potenziale che va messo a terra attraverso concretezza e progetti che possono soddisfare questo tipo di necessità.

Credo che la digitalizzazione sia veramente un elemento di grande valore.

Dobbiamo certamente lavorare sul connubio tra bancassurance e digital.

Nella digitalizzazione abbiamo tante soluzioni che possono oggi modificare significativamente il rapporto tra costi e benefici.

Non possiamo certamente pensare alla digitalizzazione come qualcosa che si focalizzi sull’ultimo miglio di un processo che è molto più articolato.

La digitalizzazione è assolutamente centrale: pensiamo ai big data, all’intelligenza artificiale, a come sia necessario conoscere il cliente in digitale, con molti più pixel con molta più informazione…

guarda qui lo speech completo.

Guarda anche l’intero talk show moderato da Paolo Zucca

https://www.pltvbroker.it/2021/04/19/protection-in-banca-nel-post-covid-una-opportunita-da-cogliere-la-voce-di-alcuni-banchieri-insieme-a-helvetia/