Il 5 maggio si è riunita l’Assemblea dei Soci di ACB – Associazione di Categoria Brokers di Assicurazione e Riassicurazione, che quest’anno è stata elettiva. L’ Assemblea, svoltasi in live streaming, ha eletto il nuovo Consiglio Direttivo per il triennio 2021/2024.

Il pomeriggio si è aperto con i saluti e la Relazione Annuale del Presidente uscente, ripercorrendo tutte le attività dell’associazione svolte nell’ultimo anno, ricordando anche le complessità, le problematiche ed i successi dell’ultimo triennio, mentre la seconda parte è stata dedicata interamente alle votazioni.

Il nuovo Consiglio Direttivo ha ribadito l’apprezzamento unanime a Luigi Viganotti, riconfermato alla guida dell’Associazione per i prossimi 3 anni, ringraziandolo per l’attività svolta e per l’impegno istituzionale che ha portato l’Associazione a traguardi importanti per la categoria dei broker.

Il Consiglio ha nominato anche i Vice Presidenti riconfermando la presenza di Marisa Abbati e Luciano Lucca e la Giunta Esecutiva.

E’ stato inoltre rinnovato il Collegio dei Revisori e il Collegio dei Probiviri.
“Ringrazio tutti coloro che hanno voluto riconfermare la mia nomina a Presidente dell’Associazione.”

“Siamo nell’anno del venticinquesimo, – dichiara Viganotti – anniversario della fondazione e possiamo affermare che ormai siamo una realtà consolidata a dispetto di tutti coloro che sin dai primi anni di vita di questa Associazione, hanno tentato in ogni modo di ostacolare la possibilità di rappresentare gli intermediari Broker. La nostra strada è stata in salita e piena di difficoltà, ma ciò nonostante siamo riusciti a crescere e ad ottenere significativi risultati in tutti gli ambiti istituzionali e in generale nel mercato assicurativo. Oggi rappresentiamo le società di brokeraggio, distribuite su tutto il territorio nazionale, con una caratteristica principale che ci contraddistingue, ovvero tutti i nostri associati sono di matrice italiana e rappresentano tutte le componenti del mercato, dalla grande e strutturata società alla media e piccola impresa, agli specialisti dei vari settori , ai generalisti, tutti però con un elemento comune che li unisce: la grande professionalità e la conoscenza che ogni giorno dimostrano nella applicazione della professione” – conclude Viganotti.