Vittoria hub, il primo Incubatore Insurtech in Italia basato sull’Open Innovation e nato su iniziativa di Vittoria Assicurazioni, annuncia l’ingresso di una nuova start-up nel programma VIA2 (Vittoria Incubation, Adoption & Acceleration), il percorso di crescita dall’idea al go to market in ambito Insurtech.

retAIr.me, è questo il nome dell’iniziativa selezionata nell’ultima Call for Ideas. L’idea di business progettata da WAVENURE e Cyberangels mira alla costituzione di una delle prime startup Finsurtech italiane. Una realtà capace di coniugare piani di risparmio (Save), investimento (Invest) e Assicurazione (Insure) dedicati alla GEN Y unendo micro transazioni su resti, regali e/o cash back su cui poi applicare il roboadvisor fintech “Braino.AI” di WAVENURE e le assicurazioni parametriche erogate da Cyberangels. In particolare, il portale prevede l’applicazione in ambito Fintech dell’intelligenza artificiale di Braino.AI e delle tecnologie Wealthtech di WAVENURE con un marketplace dedicato a servizi e prodotti assicurativi Insurtech appositamente progettati da Cyberangels per gli obiettivi di risparmio e spesa dei vari profili degli utenti Millennials iscritti a retAIr.me.

retAIr.me, appartenente all’ecosistema Persona (Casa, Mobilità e Azienda Connesse sono le altre 3 aree su cui si focalizza l’incubatore), si unisce così alle altre cinque start-up, MiCuro/MedicalBox, Ernesto, VillageCare, CyberAngels e SaveBiking, che a Febbraio 2021 hanno iniziato la seconda fase di Adozione proseguendo regolarmente verso la terza ed ultima fase di Accelerazione sul mercato.

“L’ingresso di una nuova start-up nel programma di incubazione testimonia la vitalità e la concreta voglia di innovare di Vittoria hub. Siamo alla costante ricerca di idee originali ed eccellenti capaci di creare sinergie positive e vincenti a favore di un ecosistema insurtech ad oggi unico nel panorama italiano.  – dichiara Nicolò Soresina, CEO di Vittoria hub La crescita delle cinque start-up che si avvicinano alla fase conclusiva, ossia l’accelerazione, ci rende inoltre estremamente orgogliosi e fiduciosi. Questi progressi dimostrano il grande potenziale del settore e le reali opportunità di innovazione che, passo dopo passo, stiamo costruendo insieme.”

Nel corso del programma, due delle start-up selezionate nella prima Call for Ideas sono invece diventate oggi veri e propri partner dell’incubatore per la maturità imprenditoriale dimostrata: Lokky e MedEA. Il primo ha assunto la veste di broker mentre il secondo ricopre un ruolo tematico per le soluzioni insurtech di telemedicina.

Una transizione spontanea per Vittoria hub che vuole essere non solo un incubatore, ma anche e soprattutto un luogo di incontro dove investitori, partner e startupper si scambiano idee, risorse e competenze. Il motore del progetto è infatti l’Open Innovation, un processo di apertura, collaborazione e condivisione volto all’evoluzione industriale del settore assicurativo.

Ad oggi il network è composto anche dalle seguenti aziende partner: Altea; Backtowork; BeOn; CRIF; Design Group Italia; Doppia Elica; E-levation; F2A; Fair Connect; Fintastico; G2 Startup; Gellify; HORSA; IIA; Knowhedge; Logotel; LCA; Maps; Mastra; Microsoft; Opera Logica; Orrick; Osservatorio Polimi; Robosque; Studio Dattilo; Studio Delta; Tacoma; TBA; Transcom. Startup partner: IBC e Hlpy.