Zurich ha presentato i risultati del primo semestre 2021 dichiarando prestazioni storiche in tempi difficili.

  • l’utile operativo del gruppo (BOP) sale del 60% a 2,7 miliardi di dollari;
  • combined ratio Danni (Danni) al 93,9%, il più basso da oltre 20 anni;
  • il BOP danni è più che raddoppiato a 1,6 miliardi di dollari, nonostante le perdite elevate dovute a condizioni meteorologiche estreme; premi lordi emessi (GWP) in crescita del 16%
  • il BOP vita sale del 44% a 802 milioni di dollari grazie all’aumento delle commissioni e dei risultati degli investimenti; vendite annuali di premio equivalente (APE) in aumento del 14%;
  • Farmers Exchanges premi lordi emessi in aumento del 16% includendo il business MetLife acquisito e 7% like-for-like3;
  • Più di 600.000 nuovi clienti al dettaglio netti aggiunti nel primo semestre;
  • utile netto attribuibile agli azionisti in crescita dell’86% a 2,2 miliardi di dollari;
  • posizione di capitale molto forte con rapporto Swiss Solvency Test (SST) al 206%;
  • Il gruppo rimane sulla buona strada per raggiungere gli obiettivi 2022.

Zurich Insurance Group ha registrato un forte rimbalzo degli utili per la prima metà del 2021. I forti guadagni sottostanti e un impatto ridotto del COVID-19 hanno più che compensato le maggiori perdite dovute a eventi meteorologici estremi.

L’amministratore delegato del Gruppo Mario Greco ha dichiarato: “Abbiamo ottenuto risultati eccezionali nei primi sei mesi del 2021 con utili tornati ai livelli del 2019, quando abbiamo registrato il nostro miglior primo semestre in un decennio. Si tratta di un risultato notevole considerando le elevate perdite per catastrofi naturali nel periodo e l’attuale crisi della salute pubblica.

La nostra performance del primo semestre è il risultato dell’esecuzione mirata della nostra strategia, con contributi da tutte le parti del business. Il nostro rapporto combinato nell’assicurazione contro danni e infortuni, ora al livello più basso da oltre 20 anni, testimonia i miglioramenti apportati alla sottoscrizione dal 2016. E abbiamo aggiunto più di 600.000 clienti al dettaglio durante un periodo di continua incertezza e restrizioni legate alla pandemia.

Nel nostro business Vita, i margini sono migliorati poiché abbiamo continuato a concentrarci su prodotti di protezione e risparmio a basso costo, mentre Farmers Exchanges ha beneficiato degli sforzi per diversificare e rafforzare i canali di distribuzione.

Gli eventi meteorologici estremi di quest’anno – dalle tempeste invernali nel sud degli Stati Uniti alle più recenti inondazioni nel sud-est asiatico e in Europa – sottolineano la vulnerabilità della società ai rischi del cambiamento climatico e la necessità per le imprese di agire.

Supportiamo i nostri clienti con nuovi servizi per migliorare la resilienza ai rischi climatici e agiamo per mitigare l’impatto climatico delle nostre attività. A marzo abbiamo annunciato obiettivi di emissioni intermedie per le nostre operazioni e investimenti nel settore immobiliare, nel credito aziendale e nelle azioni, mentre avviavamo il Gruppo verso l’azzeramento delle emissioni entro il 2050.

Mentre le economie emergono dalla pandemia di COVID-19, Zurigo è più in forma, più veloce e più resiliente che mai. Il nostro lavoro negli ultimi cinque anni per semplificare e rafforzare il business, combinato con la continua crescita dei prezzi delle assicurazioni commerciali, ci posiziona bene. Ho grande fiducia nella forza della nostra attività e nelle capacità dei nostri dipendenti per mantenere questo slancio e raggiungere i nostri obiettivi”.