Dopo quasi 20 mesi il GAAV – Gruppo Agenti AVIVA – torna a riunirsi in presenza al MICO (Centro congressi della fiera di Milano) dopo lo scorso Congresso tenutosi a Roma ad inizio 2020.

Le restrizioni dovute alla pandemia avevano infatti costretto il Gruppo, nel corso del 2020 a sostituire il Congresso Annuale con una serie di incontri on line.

La sede è stata scelta anche in funzione di rispettare i vigenti protocolli in tema di distanziamento; è prevista infatti una presenza molto nutrita: sono attesi oltre 350 partecipanti che rappresentano il 75% degli iscritti al Gruppo.

Il Congresso si tiene a ridosso dell’annuncio da parte di Allianz di aver perfezionato – dopo le necessarie autorizzazioni regolamentari già intervenute – l’acquisto dell’intero portafoglio danni di AVIVA in Italia, unitamente all’assorbimento di circa 260 dipendenti ed il coinvolgimento di 500 Agenti.

I lavori saranno preceduti da una cena di benvenuto con cui – la sera di mercoledì 20 ottobre – Allianz darà il proprio benvenuto ai nuovi intermediari.

Alla cena farà seguito, la mattina di giovedì 21, una Convention con cui il nuovo amministratore delegato ed il management della nuova Compagnia illustreranno ai presenti i programmi ed i progetti con cui intende porsi sul mercato.

La nuova realtà – che conserva attualmente il nome di AVIVA ITALIA e che sarà interamente controllata dalla capogruppo – manterrà infatti la propria autonomia operativa.

Nel pomeriggio prenderanno il via le attività istituzionali con la relazione del Presidente del GAAV Pierangelo Colombo che illustrerà – oltre alle azioni svolte dal Direttivo per ammortizzare le conseguenze della pandemia sull’attività degli associati – lo straordinario lavoro di confronto svolto congiuntamente  negli scorsi mesi dal Gruppo  e dagli organi della Compagnia per analizzare i nuovi processi che caratterizzeranno l’organizzazione della rete distributiva in un’ottica di armonizzazione con le competenze distintive degli Agenti AVIVA  tesa alla massima valorizzazione delle stesse .

La conclusione è prevista nel primo pomeriggio di venerdì con una tavola rotonda incentrata sulle risultanze del dibattito congressuale e della mozione di chiusura.

In una nota, il GAAV ha comunicato che la concomitanza del proprio congresso con la convention di presentazione della nuova mandante intende ribadire – pur nel reciproco rispetto dei ruoli – il proprio tradizionale approccio, basato sul dialogo costruttivo e sulla fattiva collaborazione con la mandante, finalizzati alla vicendevole massimizzazione delle opportunità offerte da un “nuovo corso” che fa seguito alla straordinaria esperienza umana e professionale vissuta negli anni con AVIVA.