È stata siglata a inizio maggio ed è adesso pienamente operativa la partnership che vede legarsi a Wide Group Spa, primo Insurtech Broker Aggregator nazionale e primario broker italiano, il team Fine Art di Roma guidato da Massimo Maggio, fra i maggiori esperti dello specifico ramo assicurativo dell’arte in Italia, e dalla figlia Giorgia.

Un accordo che permetterà da subito di poter offrire ai 90 broker dell’ecosistema Wide Group una maggiore gamma di soluzioni tecniche e di prodotti assicurativi, volti ad aggiornare e performare ulteriormente la proposta di copertura rischi nel delicato mercato degli oggetti e delle opere d’arte, ampliandolo attraverso nuove prassi assicurative, come ad esempio le casistiche legate ai rischi cibernetici, le coperture per gli NFT, per le fluttuazioni valutarie, RC degli enti organizzatori di mostre, abitazioni e auto di lusso.

Attraverso questo sodalizio si consolida ancor più il percorso di crescita e specializzazione di Wide Group, che conta oggi su 10 sedi operative in Italia e 160 collaboratori e ha chiuso il recente bilancio al 30 aprile 2022 con premi intermediati pari a circa 100 milioni di Euro, per un risultato superiore ai 15 milioni di ricavi, con 55.000 polizze attive e un bacino di 23.000 clienti e che fa dell’investimento in trasformazione e innovazione tecnologica il tratto fortemente distintivo della strategia e dell’offerta del suo servizio.

La continua ricerca di figure specializzate di alto profilo tecnico e la conseguente scelta di questa nuova partnership – è il commento di Matteo Barbini, co-founder & managing partner di Wide Group (nella foto) evidenzia il successo della nostra strategia di applicare la tecnologia in funzione della persona, facendo della ricerca e della specializzazione assicurativa in moltissimi campi il nuovo modo di intendere il ruolo e il mestiere del broker in Italia. L’esperienza e le capacità di Massimo e Giorgia Maggio sono per noi un grandissimo stimolo nell’inseguire traguardi ancora più performanti e standard più elevati di tutela per quello che è un mercato che genera a livello nazionale un volume d’affari pari a 1,46 miliardi di Euro, con un impatto complessivo economico sul Paese di 3,78 miliardi di indotto.

Massimo Maggio ha commentato: Wide Group ha la capacità di unire sapientemente: tecnica, innovazione e professionalità. Elementi essenziali e imprescindibili per garantire un servizio sempre più all’avanguardia ai nostri clienti”.