da Relazione Annuale Ivass 2021

Ivass ha avviato un’indagine sulla distribuzione assicurativa da parte di alcune primarie società nel settore delle utilities, che offrono prodotti assicurativi accessori rispetto al servizio principale, in forma gratuita o con un approccio try&buy (c.d embedded insurance).

È stata svolta, per ciascun operatore, una ricerca, principalmente sui siti web, per rilevare le modalità distributive e la trasparenza delle offerte sui prodotti in catalogo, eseguendo, ove possibile in modalità mystery surfing, simulazioni sul processo di acquisto, e rilevando la reputazione sul web.

Il panorama è variegato: solo alcune società sono iscritte al RUI, altre propongono prodotti assicurativi in regime di esenzione, quali contraenti di una polizza collettiva offerta in adesione ai propri clienti in via accessoria al servizio principale. Le coperture sono offerte tramite il sito web, via call center o anche tramite punti vendita presenti sul territorio.

Le interlocuzioni con gli operatori hanno consentito di verificare aspetti attinenti ai modelli distributivi e alla tutela dei clienti, come le modalità di presentazione delle informazioni precontrattuali e contrattuali nonché di rilevazione dei demands&needs e di valutazione di adeguatezza dell’offerta assicurativa, unitamente alle forme di pagamento del premio, laddove previsto.

Particolare attenzione è stata riservata alla valutazione del VfM (value for money) dei prodotti offerti, in presenza di clausole limitative delle garanzie (scoperture, esclusioni, franchigie, massimali, etc…)