da Relazione Annuale Ivass

Il trend di sviluppo dei rami danni continua a presentare una forte connotazione tecnologica.

Strumenti digitali consentono di mappare i rischi dovuti ai cambiamenti climatici e di rendere più efficienti i processi assuntivi e liquidativi. Sono state lanciate app per ottenere preventivi r.c. auto basati sullo stile di guida, piattaforme digitali per la salute, strumenti di perizia dematerializzata per danni da maltempo in agricoltura e sistemi per un più facile accesso per le PMI.

L’offerta è sempre più caratterizzata da coperture offerte in via modulare. Non mancano coperture on demand e nascono prodotti parametrici e pay-per-use, tra cui:

–  per il comparto Salute: prodotti digitali on demand o modulari, arricchiti da servizi di assi- stenza per la persona e la famiglia, con coperture specifiche (ad esempio, contro le reazioni ai vaccini Covid-19) o parametriche per il cancro;

–  a supporto della Mobilità: polizze digitali personalizzabili o per mezzi green; pacchetti per la famiglia che includono in un unico contratto più coperture (auto, casa, infortuni e malattia);

–  per la Casa: polizze pay-per-use e premio modulare in base all’utilizzo dell’abitazione o per furti; soluzioni cyber o contro eventi catastrofali o per incentivare l’ecobonus;

–  a supporto delle PMI: polizze digitali per le aziende del commercio per proteggere attività, persone, patrimonio e dati o per alcune categorie (parchi eolici, apicoltura, autisti e corrieri autonomi, R.S.A.) e multirischio che consentono la personalizzazione di franchigie e sconti;

–  r.c.: polizze per amministratori, sindaci, dirigenti e aziende nel caso di vertenze dei dipen- denti; per la Responsabilità amministrativa e amministrativo-contabile del personale della pubblica amministrazione; coperture obbligatorie per chi pratica sci alpino;

–  cyber: polizze contro il cyber-bullismo, danni alla reputazione digitale, acquisti online e perdita di dati o per danni provocati da attacchi informatici o coperture multirischio per imprese e studi professionali in caso di attacchi cyber.