I4T, intermediario assicurativo specializzato nell’offerta di polizze per gli operatori del turismo organizzato, ha chiuso una stagione estiva con numeri positivi, in linea con la generale ripresa del settore, caratterizzata dal grande successo di tutti i cosiddetti “prodotti ancillari”, ovvero polizze integrative che permettono di approfittare di una copertura maggiore in termini di garanzie e di massimali.

Si tratta di prodotti assicurativi evoluti – spiega in una nota Giovanni Giussani, direttore commerciale I4T – disponibili solo per le agenzie, nati per rispondere al crescente bisogno di protezione, rassicurazione e affidabilità espresso dal cliente negli ultimi anni. Gli agenti possono abbinarli sia ai pacchetti organizzati direttamente, sia a quelli acquistati dai tour operator. Oltre a proteggere il viaggiatore, tutelano il business dell’agenzia che, quando organizza il pacchetto, è direttamente responsabile della sua corretta esecuzione”.

La polizza più richiesta è stata “I4Flight”, che interviene in caso di cancellazione del volo da parte del vettore, anche per sciopero, utilizzata da molte agenzie di viaggio per proteggere i clienti dai disagi che sempre più frequentemente colpiscono il settore del trasporto aereo. Spazio anche alla cosiddetta “Super Covid” formula che, in caso di fermo sanitario in corso di viaggio, prevede l’estensione dei massimali per i maggiori costi sostenuti fino a 5.000 euro ad assicurato e 20.000 euro a pratica e tutela anche l’eventuale compagno di viaggio non interessato dal provvedimento di fermo.

Molto apprezzata dal mercato la “Annullamento Full”, copertura annullamento che supera la logica dei “rischi nominati” e interviene quindi anche in caso di eventi imprevedibili al momento della prenotazione e circostanze inevitabili ad essi collegate, purché avvengano in prossimità della destinazione del viaggio, entro un raggio di 50 km.