Marsh McLennan ha reso noto che sarà John Doyle a subentrare a Daniel Glaser come Presidente e Ceo della società dal prossimo 1° gennaio 2023, quando Glaser lascerà gli incarichi per andare in pensione.

Daniel Glaser è alla guida dell’azienda dal 2013, dopo aver precedentemente ricoperto il ruolo di Presidente del Gruppo e di Chief Operating Officer (COO).

Il suo sostituto, John Doyle può vantare su una trentennale esperienza manageriale nell’underwriting di assicurazioni commerciali e nel brokeraggio. È Presidente del Gruppo e COO dal gennaio di quest’anno, dopo essere stato, dal 2017 al 2021, presidente e Ceo di Marsh. Il suo percorso professionale nel mondo delle polizze è iniziato in AIG, dove ha ricoperto numerosi ruoli esecutivi, tra cui vanno ricordati gli incarichi di Ceo di AIG Commercial Insurance e di presidente e Ceo di AIG Property and Casualty negli Stati Uniti.

Marsh McLennan osserva che al momento del pensionamento, Glaser lascerà anche il posto nel cda dell’azienda, dove entrerà lo stesso Doyle a partire dal 1 gennaio 2023.

Edward Hanway, presidente del cda della società, ha dichiarato: “Dan Glaser ha avuto un impatto straordinario su Marsh McLennan, trasformandola in un’azienda moderna e dinamica. Ha ampliato l’attività in nuovi segmenti di business, ha aumentato i ricavi da 12 miliardi a oltre 20 miliardi di dollari e ha allargato il team che lavora in azienda. Ha inoltre completato con successo l’acquisizione di JLT nel 2019 e ha lanciato Marsh McLennan Agency che, in poco più di un decennio, è cresciuta fino a raggiungere un fatturato annuo di circa 2,5 miliardi di dollari. Siamo grati per il suo prezioso contributo dato all’azienda nel corso degli anni”.

Per quanto riguarda John Doyle, Hanway ha detto che “gode del pieno supporto del cda. Ha guidato Marsh verso una crescita eccezionale degli utili e dei ricavi e, in qualità di presidente del Gruppo e di Coo, ha trovato nuove prospettive per ottimizzare la forza collettiva di Marsh McLennan. È uno stratega e un leader eccezionale capace di creare team efficaci, diversificati e inclusivi. Con la sua leadership, l’azienda è ben posizionata per continuare a crescere”.