hlpy – la startup dell’insurtech che vuole rivoluzionare il primo soccorso di auto, moto e mezzi pesanti in modalità 100% digitale – ha raccolto il sostegno di investitori come Synergo (lead investor), Cdp Venture Capital e The Techshop in qualità di co-investor che hanno sottoscritto un investimento di serie A di 5,1 milioni, completando un round di raccolta che con altri strumenti di debito arriva fino a quasi 7,5 milioni.

Questa operazione di rafforzamento finanziario e patrimoniale consentirà a hlpy di dare una rilevante accelerazione al piano di sviluppo internazionale e di incrementare i servizi offerti dalla piattaforma digitale, al fine di diventare un player sempre più centrale all’interno del nuovo scenario mobility 4.0. La startup, fondata nel maggio 2020, sta ridisegnando il mondo dell’assistenza al veicolo in chiave full digital – con servizi che vanno dal soccorso stradale, alla riparazione del veicolo, al proseguimento della mobilità del driver – ed è l’unico player ad aver integrato front-end, clienti, piattaforma operativa e rete di soccorso in modalità nativa digitale.

È con estremo piacere che diamo il benvenuto ai nuovi soci e ringraziamo gli azionisti che hanno creduto in noi sin dal principio – afferma Valerio Chiaronzi, Ceo e founder -. Tutti insieme iniziamo un nuovo percorso di crescita e sviluppo A meno di due anni dalla partenza operativa sul mercato italiano, stiamo vivendo una fase evolutiva che vedrà la trasformazione della società in SpA, con la conseguente adozione di un modello di governance più in linea con le best practice internazionali. Le nuove sfide legate all’elettrificazione dei veicoli, all’evoluzione della diagnostica ed alle nuove forme ed esigenze di mobilità ci trovano già pronti grazie a un continuo lavoro di innovazione della gamma d’offerta e l’espansione a livello internazionale è già diventato un dato di fatto in questi giorni”.