Ital Brokers, specializzato nella gestione dei grandi rischi marine, industriali e large corporate, ha completato una ricapitalizzazione da euro 20 milioni – 15 di aumento, 2 di debito mezzanino e 3 di senior – volta al consolidamento e alla crescita dell’azienda.

Nell’azionariato del broker assicurativo genovese, che ha un ranking fra i primi 10 operatori del settore, entrano inoltre una serie di imprenditori attivi nei comparti dell’industria di base, dell’energia, dello shipping e della logistica tra cui il gruppo Ferriera Valsabbia (col 12%), l’impresa di navigazione Sider Navi (25%), la Società Italiana Partecipazioni e la holding di Giulio Schenone IL Investimenti (entrambe 6,2%) mentre la partecipazione azionaria del gruppo Duferco sale dal 6 al 42%.

Grazie a questi nuovi ingressi “Ital Brokers resterà in mani italiane – dichiara il founder, Franco Lazzarini – e continuerà a giocare un ruolo importante in un mercato ormai dominato dalle multinazionali straniere, fornendo soluzioni assicurative e risk management innovativo alla propria clientela“. L’Italia “ha bisogno di un broker nazionale leader, indipendente – Antonio Gozzi, presidente di Duferco Italia -, che funga da aggregatore di altre eccellenze del mercato assicurativo e in grado di accompagnare le imprese italiane nella gestione dei nuovi rischi di questa era turbolenta e nei processi di transizione energetica ed ecologica“.

L’obiettivo – aggiunge Luca Garella di Beyond-Zero, uno degli advisor finanziari dell’operazione – “è farne l’aggregatore di altre società di brokeraggio in campi diversi, come succede già in altri Paesi, e far sì che questo aggregatore utilizzi anche big data e intelligenza artificiale per una gestione tecnologica dei sinistri, ad esempio nel risk assessment“. Non basta: “Vogliamo sviluppare anche la gestione dei rischi finanziari“.